Uscite didattiche e viaggi d’istruzione “Outdoor learning”

Dopo il periodo di lunga pandemia, il Ministero dell’Istruzione ha provveduto ad aggiornare il Piano Scuola già a partire dall’anno scolastico 2021/2022 , secondo le novità previste dal 1 aprile in relazione alla fine dello stato di emergenza da Covid-19. Il Piano Scuola per l’anno scolastico 2021/22, nel capitolo dedicato ai viaggi di istruzione e alle uscite didattiche, riporta quanto segue: ‘L’articolo 3 del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 giugno 2021, n. 87, come revisionato dall’articolo 9 del decreto-legge 24 marzo 2022, n. 24 prevede “la possibilità di svolgere
uscite didattiche e viaggi di istruzione, ivi compresa la partecipazione a manifestazioni sportive”.

L’importanza delle uscite didattiche

Le uscite didattiche, le visite guidate e i viaggi di istruzione, rivestono un ruolo importante nella formazione dei giovani e costituiscono un valido strumento nell’azione didattico-educativa, un positivo sviluppo delle dinamiche socio-affettive del gruppo classe e sollecitano la curiosità di conoscere. Le uscite didattiche e i viaggi di istruzione consentono di migliorare il livello di socializzazione tra gli studenti, di consolidare l’adattamento alla vita di gruppo, di educare alla convivenza civile, di sviluppare il senso di responsabilità e autonomia.

La possibilità di poter riattivare una programmazione didattica esterna alla scuola è stata accolta dall’intera comunità scolastica con grande entusiasmo, come occasione di socialità e aggregazione e, fin dall’anno scolastico in corso, abbiamo organizzato uscite didattiche e un viaggio d’istruzione.
E’ stato particolarmente emozionante vedere i ragazzi passeggiare, in una bella giornata di sole di metà maggio, sulle sponde del Lago Trasimeno o “intervistare” in lingua straniera i turisti nel centro storico di Firenze. Abbiamo colto il loro e il nostro entusiasmo e abbiamo constatato quanto i giovani siano in grado di disciplinare e moderare il loro comportamento quando si dà loro fiducia; all’esterno della scuola i ragazzi hanno dimostrato di mettere in atto meccanismi comportamentali molto più responsabili e maturi; soprattutto appaiono più interessati e aperti all’apprendimento.

Progetto “outdoor learning”

Per il prossimo anno scolastico si prevede dunque di pianificare una serie di uscite didattiche e, se possibile, anche un viaggio d’istruzione. Un vero e proprio progetto di scuola all’aperto (outdoor learning); l’insegnamento all’aperto prevede la pianificazione e la realizzazione di uscite nei dintorni della scuola attraverso esperienze dirette, attive; in tali situazioni gli studenti possono apprendere in forma globale, incrementando così un loro “curriculum experience”.
Quindi dall’anno scolastico 2022 – 2023 attueremo, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie, una vera e propria “didattica ibrida”, aprendoci al territorio e favorendo un approccio didattico pluridisciplinare che trova all’esterno della scuola una valida opportunità di realizzazione.

Share This Post!

Articoli recenti

Migliora i tuoi risultati scolastici per ottenere il futuro che desideri

Contattaci e organizzeremo un appuntamento insieme ai nostri tutor